Consigli sull’abbigliamento per la pratica del SUP

Abbiglimento SupGarda
22 Aprile 2022
In SUP

Consigli sull’abbigliamento per la pratica del SUP

Lo stand up paddle è uno sport che si può praticare in tutte le stagioni, quindi è molto importante avere un abbigliamento idoneo alle condizioni ambientali. Soprattutto nella stagione fredda possiamo godere di giornate limpide con fondali cristallini e personalmente è il momento che prediligo per praticare questo bellissimo sport.

Quando si sceglie l’abbigliamento bisogna tenere in considerazione anche il proprio livello. Chiaramente per un principiante sarà possibile fare qualche caduta in acqua mentre per un livello intermedio o esperto l’esperienza salverà da qualsiasi tuffo indesiderato (… o quasi!).

La gamma di abbigliamento tecnico si è evoluta nel tempo e si possono trovare soluzioni per ogni prezzo e con una buona qualità.
Una caratteristica importante dell’abbigliamento è la comodità e la visibilità del capo che indosseremo. Più il nostro capo di abbigliamento è composto da parti di tessuto cucite assieme (nel caso del neoprene) e meglio si adatterà al nostro corpo, risultando confortevole anche durante la remata.
Un altro aspetto da non sottovalutare è quello di rendersi visibili in acqua. Pertanto, un abbigliamento con colori sgargianti permetterà di essere visti anche da terra.

Un consiglio: quando acquistate il vestiario provate ad indossarlo e emulate i movimenti della pagaiata per verificare, sopratutto nella zona ascellare, che non ci siano fastidiosi attriti dati dalle cuciture.

Sempre per un utilizzo durante la stagione fresca è molto importante indossare i capi di abbigliamento definiti “primo strato”, ormai utilizzati in tutti gli sport. Sono capi di abbigliamento che assicurano una perfetta vestibilità e sono filati con materiali tecnici come il polipropilene che ne garantisce una elevata traspirabilità ed un alto isolamento termico. Provateli una volta e non ne farete più a meno.
Proprio in questi giorni noi istruttori di Supgarda abbiamo avuto la possibilità di testare i capi “primo strato” della azienda Oxiburn di Brescia. Rigorosamente fatti in Italia. La qualità del prodotto è eccelsa e si percepisce all’istante, ma solo dopo averli indossati per una giornata di attività sportiva si riesce ad apprezzare le notevoli differenze rispetto ad altri marchi più blasonati ma destinati al mass market.

A questo link potete consultare il catalogo dei prodotti che abbiamo appena testato con un codice sconto per tutti i clienti Supgarda:

Oxiburn – cod. sconto: SUPGARDA22

ESTATE:

Il classico indumento per una stagione estiva è la lycra, una maglia tecnica che ha la caratteristica di filtrare i raggi UV facendo da protezione per la pelle. Normalmente in corredo si indossa uno shortboard (pantaloncini da bagno) che trovate di diversi materiali e fantasie, molto utili e confortevoli sono quei modelli con un tessuto leggermente elastico.
Un indumento altrettanto protettivo e utile è sicuramente il cappello, indossarlo soprattutto in estate ci aiuta ad evitare colpi di sole.

PRIMAVERA:

Se l’aria del mattino è ancora fredda e siamo sicuri di non cadere in acqua, possiamo indossare capi termici tipo quelli che si utilizzano per andare in moto o abbigliamento da running come per esempio i leggings che coprono le gambe e mantengono una temperatura gradevole.
Un neoprene leggero (muta) farà al caso nostro se le temperature dell’acqua sono molto fredde. Giusto per proteggerci in caso di caduta oltre che mitigare l’effetto del vento.
Per le ragazze si possono trovare corpetti in neoprene per coprire il torace. Body, body a pantaloncino corto, con pantalone medio o pantalone lungo. Se la giornata è con brezza o vento risulterà molto utile indossare anche un antivento.
Praticare sup a piedi nudi è un piacere, ma con l’acqua fredda un paio di calzari in neoprene non ci daranno fastidio.

AUTUNNO/INVERNO

Durante le stagioni più umide o fredde, avere uno strato di neoprene sulla pelle è quasi indispensabile.
Il neoprene è il materiale principale con il quale sono fatte le mute. La capacità che una muta ha di proteggerci dalla temperatura dell’acqua e dal vento è data dallo spessore del neoprene con il quale è fatta.
Per le mute semi-umide (quelle che si usano per il surf, sup, windsurf) gli spessori possono variare da 2 mm a 5 mm.
Più aumenta lo spessore più la muta riesce a mantenerci ad una buona temperatura corporea anche in condizioni molto fredde rendendola adatta ad un utilizzo invernale. Il neoprene facendo da isolante farà aumentare la temperatura del corpo e quindi anche la sudorazione. Fare entrare un po’ di acqua all’interno (dalla parte del collo) ci aiuterà a regolare la temperatura quando necessario.

Se siete orientati all’acquisto di una muta cercate tra i modelli da surf, sono molto morbide ed elastiche e adatte alla pratica dello stand up paddle.
Le mute si differiscono anche per il taglio:

  • Gamba lunga, manica lunga (più utilizzata per il surf o il sup in pieno inverno)
  • Gamba lunga, manica corta (più utilizzare per il windsurf)
  • Gamba corta, manica lunga (per la stagione primaverile, solitamente sono modelli da donna)
  • Gamba corta, manica corta (per i climi più caldi)

Esiste anche un modello chiamato Long John, in pratica una salopette con pantalone lungo o con pantalone corto.

Volete pagaiare tra gli iceberg?
Oltre alle alle classiche mute in neoprene esistono anche le mute di tipo drysuit. Sono completamente impermeabili e vanno indossate direttamente sopra ad un normale abbigliamento sportivo (solitamente capi da running o da montagna) che verrà scelto in funzione della temperatura dell’acqua.

E per i piedi? Veniamo ora ai calzari.
Fino ad ora abbiamo parlato di abbigliamento, anche i piedi vanno protetti sopratutto in inverno dove acqua e aria sono molto fredde e sottraggono velocemente il calore alle parti del corpo esposte.
Il consiglio è quello di acquistare dei calzari molto morbidi in neoprene evitando una suola troppo rigida per avere stabilità e maggior feeling con la tavola, tenendo presente la temperatura dell’acqua al fine di scegliere lo spessore adatto.

Se siete proprio inarrestabili e volete pagaiare in ogni condizione possibile, per completare il vestiario invernale potete aggiungere guanti e cappuccio in neoprene da abbinare alla muta.

Speriamo di avervi aiutato con i nostri consigli e vi auguriamo buone pagaiate.
Ci vediamo in acqua!

Abbigliamento
Condividi sui tuoi Canali

Leggi altro …

10 anni con Supgarda

10 anni con Supgarda

Quest’anno Supgarda compie 10 anni! Sinceramente nemmeno ce ne siamo accorti e siamo quasi sorpresi di poter festeggiare questo bellissimo compleanno per un’attività che solo fino poco tempo fa era sconosciuta. Quando iniziammo tutti ci dicevano che forse avremmo...

Consigli sulla lettura del Meteo

Consigli sulla lettura del Meteo

Le previsioni meteo marine sono un aspetto di fondamentale importanza per la pratica di sport acquatici, soprattuto per le attività come lo Stand Up Paddle che ci permette di trascorrere diverse ore lungo le coste di un lago, mare o lungo una discesa fluviale. In...

×

Sup Garda

×